GLIX è la prima app per lo shopping in real time a livello mondiale.

Un’applicazione che consente a tutti di avere un proprio Fashion Insider ovunque.

Noi di Connection Lab abbiamo incontrato Sara Spadafora, CEO e fondatrice di GLIX, per saperne di più.

 

 

GLIX: il glamour a portata di pic

 

Grazie a GLIX si può fare shopping in qualsiasi città si voglia. Il tutto è possibile tramite un network locale di Fashion Insider che comprano e spediscono gli articoli scelti dal’ utente.

“L’obbiettivo di GLIX è quello di creare una connessione tra brand e cliente. Inserendo la figura dello shop assistant 2.0, un commesso digitale connette il cliente e il brand, personalizzando così lo shopping virtuale” – ci spiega Sara.

A Milano e Parigi ma anche a Mosca e presto a Londra..
GLIX si espande, diffondendo i suoi Fashion Insider in tutto il mondo. Il gruppo è variegato, composto da professionisti dello shopping, ex modelle, giornalisti di moda e appassionati del settore.

 

 

Comprale anche a me!

 

“Sono da sempre appassionata di shopping e di viaggi. Una volta, mentre ero all’estero, ho mandato la foto di un articolo che volevo acquistare ad una mia amica e lei mi ha scritto “comprale anche a me” da li ho avuto l’intuizione”.

Entrare sul mercato è stato complicato: il target evidenziato da GLIX è medio alto, una scelta che ha i suoi svantaggi ma che assicura la presenza sulla app di gran parte delle eccellenze locali. Su GLIX ci sono infatti designer tra i più svariati e innovativi, che operano con materiali ricercati per creare un prodotto unico e soprattutto, di qualità.

 

La prima app di messagistica per la moda

 

GLIX è la prima applicazione di messaggistica per lo shopping: in tempo reale si possono mandare la foto di un oggetto in vendita e comprarlo. Un e-commerce vivo, che rende un’esperienza unica il mero shopping virtuale. Inoltre con GLIX lo shopping parte dal “dove” e non dal “cosa”, attirando così gli shopping tourists, che finalmente hanno una app loro dedicata.

“Lavoriamo sodo per migliorare GLIX giorno per giorno. Sempre di più ci stiamo evolvendo, facendo in modo che il negozio accolga il cliente direttamente. Non solo personal shopper quindi, ma anche negozianti da tutto il mondo che utilizzano GLIX come canale preferenziale per le vendite”.

Continuare ad evolversi è possibile grazie alla vasta esperienza che Sara e i suoi soci hanno nel settore. Durante i suoi studi di Design al Politecnico di Milano, Sara ha lavorato in svariati negozi ricoprendo tutte le mensioni, dalla commessa alla direttrice di reparto. Dal marketing, all’allestimento delle vetrine.

 

 

Una svolta decisiva

 

 A febbraio, viene presentata l’applicazione online per il programma di accelerazione di H-Farm. A marzo GLIX viene incubata e, dopo soli 4 mesi di accelerazione, ottiene nuovi finanziamenti.

“Ho vinto un hackaton organizzato da HFarm qui in Italia. Con il mio team siamo partiti per San Francisco per concorrere alla finale mondiale. Abbiamo vinto anche quella!”.

Gli ultimi fondi ricavati dalla vincita dell’ hackaton vengono investiti da Sara nuovamente nella start-up.

“E’ stato un percorso veloce e allo stesso tempo difficoltoso. Realizzare un progetto da zero richiede sacrificio e dedizione. L’ idea può venire a tutti, l’intuizione è qualcosa di fugace, ciò che fa la differenza è la dedizione che ci porta a compiere quell’idea”.

Oltre a determinazione e  perseveranza, i due alleati preziosi di Sara sono stati Luca Garatti e Fabio De Gregorio, co-fondatori di GLIX, che giorno dopo giorno lavorano a stretto contatto con Sara negli uffici di Tim WCap.

 

Progetti futuri

 

“GLIX sarà il primo streetview della moda con cui si potrà creare il proprio personale percorso di shopping per ogni città”.

I presupposti ci sono, l’accoglienza è stata positiva sia per quanto riguarda il mondo della moda, che per quello dell’imprenditoria. Testate del calibro di Vanity Fair e Cosmopolitan hanno già scritto del fenomeno GLIX anche se, quello che fa da carburante alla squadra, sono i piccoli traguardi.

“Quello che non mi fa mollare sono le piccole soddisfazioni. La verità è che se un’idea non ti fa dormire devi portarla avanti senza se e senza ma”.

MilanFashionGlix: power to young talents

 

Oltre ad avere incontrato Sara in veste di intervistatrice, ho partecipato alla sfilata da lei organizzata in veste di indossatrice.
GLIX è innovazione, creatività e freschezza. Infatti non sorprende che l’azienda abbia scelto di promuovere una sfilata totalmente realizzata da studenti.
Milan Fashion GLIX, si è tenuta in Via Nirone 15 presso l’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ed è stata la prima sfilata ospitata dall’ateneo.
Gli allievi dell’istituto IFDA infatti, hanno visto sfilare i loro capi in passerella. I capi, subito disponibili sulla piattaforma di GLIX, erano venduti in tempo reale. Preziosa la  collaborazione dell’ Accademia Stefano Anselmo, di Modacult e degli allievi del Master in Comunicazione per le Industrie Creative della stessa Università Cattolica.
La vendita-evento è stata un vero trionfo. Grazie al grande talento dei giovani designer ” The Blanket Collection Fall winter 2017” ha lasciato tutti a bocca aperta, colorando un piovoso sabato meneghino.


Giorgia Smaldone

Giorgia è una studentessa di Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Milano. Parla due lingue e ne sta studiando altrettante. Appassionata lettrice, ama ascoltare la musica e viaggiare.